Data

3 Giugno 2020

Autore

Revée

Grazie al Dr. Salvatore Carlucci, chirurgo plastico di Torino, per darci il suo punto di vista su un intervento così richiesto.

QUANDO C’E’ BISOGNO DI UN’ADDOMINOPLASTICA?

L’addominoplastica è un intervento che consente di ridurre pelle e grasso in eccesso nella regione addominale. L’obiettivo è quello di appiattire le zone sopra e sotto l’ombelico, nonché i fianchi.

E’ indicata dopo importanti variazioni di peso o dopo una gravidanza, quando cioè la cute, dilatandosi, ha perso la sua elasticità e rimane troppo rilassata, formando pieghe antiestetiche, spesso visibili anche attraverso l’abbigliamento.

LIPOSUZIONE O ADDOMINOPLASTICA?

Spesso si è portati a pensare che il problema di un addome abbondante possa essere risolto con  una liposuzione. In realtà la liposuzione funziona molto bene sulle adiposità, ma ha un minimo effetto sulla pelle. Trattando un addome con la liposuzione quindi, il rischio è di ridurre il volume ma di accentuare l’effetto svuotato della cute, che sarà ancora più lassa e cadente.

Quindi in presenza di cute in eccesso la scelta cade sempre su un’addominoplastica; la liposuzione può essere usata per completare l’intervento, modellando alcune zone.

COME PREPARARSI? C’E’ BISOGNO DI UNA DIETA?

Il consiglio è di sottoporsi all’intervento quando si è raggiunto un peso stabile. Se si sta seguendo un programma di dimagrimento, conviene raggiungere l’obiettivo e mantenerlo per alcuni mesi.

Questo perché un’ulteriore perdita di peso dopo l’intervento porterebbe ad un nuovo eccesso di cute e quindi ad un risultato parziale.

DOVE SONO LE CICATRICI?

L’incisione dell’addominoplastica si trova sotto la piega di cute che si forma nella parte bassa dell’addome, in regione sovrapubica. Nelle donne che hanno avuto un parto cesareo la cicatrice dell’addominoplastica ricalcherà quella già presente, ma sarà più estesa. In ogni caso si tratta di una cicatrice che rimane nascosta dall’intimo o dal costume da bagno. Un’altra piccola cicatrice si trova all’interno dell’ombelico.

IN COSA CONSISTE L’INTERVENTO?

Tramite l’incisione già illustrata si scolla il lembo di cute e grasso dal piano dei muscoli addominali, fino all’arcata costale, proteggendo l’ombelico (che rimane connesso alla parete muscolare). Questo scollamento consente di stirare verso il basso il lembo e di asportarne tutta la parte in eccesso, ottenendo un addome piatto.

In quasi tutti i casi si tratta anche la parete muscolare con la cosiddetta plicatura dei muscoli retti; dei punti sulla parete permettono di rinforzarla, correggendo eventuali diastasi (dilatazioni tra i muscoli) e migliorando la misura della vita.

L’INTERVENTO E’ DOLOROSO?

Il dolore dopo una addominoplastica è molto soggettivo. Sicuramente il lavoro sulla parete muscolare può creare qualche difficoltà di movimento nei primi giorni, mentre le incisioni cutanee non creano grandi problemi. Ovviamente prescriviamo dei farmaci antidolorifici perché il periodo postoperatorio sia più confortevole.

DOPO L’INTERVENTO COSA BISOGNA FARE?

Dopo un’addominoplastica è molto importante indossare giorno e notte una guaina elastocompressiva specifica per l’addome. Questa guaina, portata per un mese, consente al lembo di cute di aderire nuovamente alla parete muscolare, permette alla parete stessa di cicatrizzare e rinforzarsi senza tensione, ed inoltre modella e drena le zone trattate con liposuzione.

In questo periodo bisogna evitare sforzi, traumi e attività sportiva.

DOPO QUANTO TEMPO SI PUO’ FARE SPORT?

Così come gli sforzi, anche lo sport va evitato per un mese dopo un’addominoplastica. Questo perché ogni sforzo aumenta la pressione intraaddominale e sottopone a forti tensioni i tessuti in corso di guarigione.

Questa precauzione è importante sempre, ma in particolare quando è stata eseguita la plicatura dei muscoli retti addominali.

UNA VOLTA DECISO, COSA BISOGNA FARE PRIMA DELL’INTERVENTO?

Il chirurgo prescrive degli esami di routine per accertarsi che non ci siano problemi di salute e per indagare lo stato della parete muscolare (diastasi, ernie…). In chirurgia estetica la sicurezza viene prima di ogni altra cosa.

E poi si passa alle foto e alle misure.

Grazie da parte del team Revée al Dr. Carlucci

Per chi avesse piacere di incontrare il Dr. Carlucci per eventuali altre domandi, qui di seguito tutti i suoi recapiti:

Sito internet: https://www.chirurgoesteticotorino.com/

Instagram: https://www.instagram.com/dr.salvatorecarlucci/?hl=it

Resta connesso..

>> Di seguito il video del Dr. Carlucci che ci spiega perchè utilizzare la Guaina dopo un intervento <<

I nostri video

Tutti i tags

PER I PAZIENTI

In questa sezione, rispondiamo alle domande che potresti avere in merito alla compressione e al gel di silicone per la gestione delle cicatrici.

Leggi di più

PER I MEDICI

Il nostro know how: Revée offre una vasta gamma di indumenti compressivi post-chirurgici che garantiscono un'adeguata compressione senza tralasciare il comfort e l'estetica.

Leggi di più